Un giorno l' Amore disse all' Amicizia: "che ci fai tu qui quando ci sono gia' io?"
e l' Amicizia rispose: "..porto un sorriso dove tu hai lasciato una lacrima.."



domenica 5 luglio 2015

…RIPARTIAMO??? parte 2

buongiorno e buona (caldissima) domenica a tutti!

Eccomi qui, come avevo promesso, a raccontarvi il secondo avvenimento che ha segnato il mio 2014.
Molte delle persone che mi leggono qui sono anche mie amiche su Facebook, oppure hanno "piacciato" la mia pagina ( sempre su Fb ) e quindi probabilmente a queste amiche non racconterò nulla di nuovo…

Comunque: si e' laureata mia figlia Giorgia!

So, per i motivi sopra citati, che e' un'esperienza che molte di voi hanno già passato, ma come sapete ognuno poi vive le cose in modo diverso..
E come dico sempre, se le cose sono belle, vanno condivise!

Io non sapevo nulla delle feste di laurea, era un mondo a me sconosciuto…
Con il ritardo che le e' caratteristico, Giorgia mi fa sapere, mi pare verso i primi giorni di settembre,  che la data fatidica e'  il 3 ottobre (sto parlando dell' anno scorso, eh!): per quel giorno dovevo (io) organizzare e realizzare tutto ciò che lei, dall' Inghilterra, aveva deciso di fare una volta arrivata qui e cioè due gg prima…
Io sono un' ansiosa di mio, e quindi immaginatevi la scena..
Vengo a sapere che ci vuole la corona di alloro, meglio se decorata con qualche fiocco del colore che si usa di solito alla sua università.
Poi ci vuole il bouquet
Poi ci si organizza per l'andata ed il ritorno da Forlì
Poi la sera stessa vorrebbe che andassimo a cena in un posto caratteristico
del vicentino per far assaggiare al suo ragazzo toscano (che avrei conosciuto il quella occasione..) dei piatti tipici della nostra zona
Poi il giorno dopo si fa festa qui da me con le sue amiche/amici più cari
quindi spesa al super secondo indicazioni e tiramisu della mamma in quantita' industriale!
Poi l' abbigliamento 
E poi, naturalmente… il suo regalo.

Certo, si meritava tutto, tutto quello che desiderava: e' sempre stata una bravissima ragazza, una allieva talentuosa, una figlia attenta e responsabile, quindi .. pronti partenza via!

Iniziamo dal fiorista, mi sembrava la parte più difficile ma sono stata fortunata:
la ragazza che gestisce un vivaio dalle mie parti non solo sapeva benissimo di cosa avevo bisogno, ma e' dotata di tanto buon gusto ed ha realizzato percio'
proprio quello che desideravo:


Passano i giorni, riesco a trovare un locale dove portare tutta la famiglia ( morosi compresi), mi organizzo per la spesa, quasi ci siamo:
Giorgia arriva all'aeroporto di Treviso e anziché prendere la direzione Vicenza proseguo per il centro di Treviso, con lei che mi guarda in modo strano ed inizia a fare domande.
Le ho solo detto "andiamo in un bel posto, in centro, che non conosci, non conosco nemmeno io.. "
Docile e curiosa non ha voluto sapere altro, si e' data una rinfrescata al trucco e non ha fatto altre domande..
Siamo entrate in una gioielleria: ci avevo messo quasi due settimane per trovare quello che lei aveva chiesto, ma ci ero riuscita..
Questo e' il regalo di laurea che desiderava e vi assicuro che la foto non rende abbastanza…
E' stata davvero una sorpresa, per lei… ricordo come se fosse ora l'espressione che aveva, con questi occhioni che brillavano mentre sceglieva il modello che più le piaceva..
Gia' che eravamo in centro a Treviso, ne abbiamo approfittato per andare a cercare qualche cosa da indossare..
Non siamo tornate a casa con tutto il necessario, ma andava bene ugualmente: aveva anche il giorno successivo per trovare ciò che le mancava.

E arriviamo al giorno precedente: a casa tutto e' pronto, spesa fatta, pulizie pure, dolci idem.. Parrucchiera per me ok, cosa mi restava? Oddio certo! Dovevo mettere i fiocchi rossi fuori!
Accidenti, quasi me ne scordavo! Ecco fatto!


Ed arriva il mattino seguente. E' il 3 ottobre.
Io spero che queste foto parlino da sole: non vi so dire come mi sono sentita, avevo il cuore che mi strangolava, ho battuto le mani fino allo sfinimento, ho urlato di gioia e pianto per lo stesso motivo..

l' attesa


Tocca a lei


La proclamazione


Giorgia: dottoressa in mediazione linguistica interculturale!


I miei figli.. quel giorno


E la mia gioia… immensa.
Quando guardo questa foto mi salgono ancora le lacrime agli occhi, perché mi sento addosso quell' abbraccio così forte, così spontaneo…


Di cio' che e' accaduto dopo (piccolo spuntino a Forlì, la cena in trattoria, le festa a casa) non vi racconto nulla, e' andato tutto bene , siamo stati tutti felici..
Dopo due giorni Giorgia e' tornata di corsa in Inghilterra, le lezioni del master al quale si era iscritta erano già inziate perciò non c'è stato tempo per restare un pochino con noi.. L'avremmo rivista a Natale.
Questa e' la storia.. che bella storia…

Ancora una volta ringrazio chi mi ha letta fino in fondo, spero di non avervi annoiate ma soprattutto spero di avervi trasmesso le emozioni meravigliose che hanno travolto me in quei giorni…
Grazie di cuore a tutte, vi abbraccio come sempre

Franca


domenica 28 giugno 2015

….RIPARTIAMO???

Buongiorno e buona domenica a tutte!

E' passato più di un anno dal mio ultimo post… Mi dispiace, me ne scuso, purtroppo come ho scritto molte volte il tempo a mia disposizione e' sempre meno e la stanchezza dopo una settimana  di lavoro (oltre al resto…) si fa sentire.

Sono stata molte volte tentata di chiudere il mio blog, se devo essere sincera: averlo e non riuscire a postare nulla non rientra proprio nel mio modo di fare, ma parlandone con amiche blogger .. Insomma, la maggioranza di loro mi ha decisamente sconsigliato di farlo!
Devo anche dire che praticamente tutte le richieste di lavori che mi sono arrivate in questi anni sono partite proprio da qui, e andando a curiosare tra i dati che mi fornisce Blogger tutto sommato anche se resto in silenzio le visualizzazioni continuano a crescere..

Quindi e' deciso: a piccoli passi, a piccoli post, cercherò  di mettermi in pari.
Prometto.

Ora, visto che non scrivo da un anno, ho deciso di ripartire raccontandovi cosa e' successo nel 2014.
Non tutto in una volta, ovviamente, ma inizio con i due avvenimenti che hanno certamente segnato l' anno passato.

Il primo riguarda la mamma, la mia mamma: in aprile, a 77 anni appena compiuti, dopo un' attesa di quasi 14 mesi, e' stata operata al cuore, per la sostituzione della valvola aortica.
A dispetto di tutte le nostre (di noi 4 figli)  preoccupazioni, il nostro stato di ansia, i pensieri più funesti - naturalmente ben nascosti dietro a sorrisi di incoraggiamento e di  "andrà tutto benissimo" - la mamma ha affrontato l' intervento con un coraggio, una determinazione ed una serenità pazzesche:
Credo che questa foto, scattata mentre aspettavamo che la portassero in sala operatoria, parli da sola


E' andato tutto benissimo, la mamma ha reagito in modo strepitoso spiazzando perfino i medici che alle 18 l'hanno stubata (cosa che avviene generalmente dopo 24 ore) e a mezzogiorno del giorno dopo era in reparto (cosa che avviene generalmente a 48 ore dall' intervento)!!!
E infatti, eccola qui, appena rientrata in camera: ma vi pare una donna che ha appena subito un' operazione al cuore? 


Dopo qualche giorno di degenza e' stata portata sul Lago di Garda, in un centro di riabilitazione dove e' rimasta per circa 3 settimane.

Dovete sapere che la mamma è iscritta a Facebook,  e fa parte (tra gli altri) di un gruppo nel quale e' amatissima e del quale faccio parte anch'io: quando ho informato le amiche dell' intervento che stava per affrontare, sono stata sommersa da centinaia e centinaia di commenti, messaggi, auguri, richieste di aggiornamenti sul suo stato di salute… se non ricordo male, i post che parlavano di lei hanno avuto oltre 1.100 commenti..
Una cosa indescrivibile, da lasciare senza fiato.

E io ci sono rimasta, senza fiato: ricordo come fosse ora, che un po' alla volta, prima che partisse per il Lago, glieli ho letti tutti, ma proprio tutti, e abbiamo pianto e riso insieme, rendendoci conto di quanto affetto e solidarietà e comprensione abbiano abbracciato lei e noi figli...
Al suo ritorno a casa, le famiglie che abitano nel suo condominio, pieno di bambini, le hanno fatto trovare questo



Insomma… e' andato tutto bene, la mamma e' in forma, i controlli confermano che e' tutto a posto..
Tutto e' bene ciò che finisce bene, come si suol dire…

Il secondo grande avvenimento del 2014 ve lo racconto la settimana prossima… Per oggi credo di aver scritto a sufficienza, e i post troppo lunghi poi stancano..
Grazie a chi mi leggera' e come sempre abbraccio tutti
Torno la settimana prossima

Franca

lunedì 19 maggio 2014

…QUESTA BORSA E'…..MIA!!!!!

care amiche, so perfettamente di dire una banalità ma ad un certo punto si esplode e si vorrebbe gridarlo al mondo…
Non ne posso più!!!
Non ne posso più di pioggia, di freddo e di vento!
Mentre scrivo, ed e' il 19 maggio, sono in casa con addosso una tuta di pile, un muratore al piano di sopra che mi sta riparando un balcone sventrato dal vento della settimana scorsa, fuori un cielo talmente grigio e con nuvolotti così bassi da far pensare ad un diluvio imminente…
B A S T A !!!

Bon, detto questo, resto decisamente in tema con la mia ultima creazione…
Ci ho messo quasi 6 mesi per finirla: un attimo, 6 mesi calcolando che mi ci potevo dedicare un pochino alla sera se non ero troppo stanca e nel week end dopo le solite priorità casalinghe..

Avevo visto una foto su Pinterest:  me ne sono innamorata al primo sguardo e tutto sommato mi sembrava anche semplice da realizzare.

Ovviamente, prima di tutto, mi sono procurata la lana: bellissima lana pura, naturale e grezza. Lana "color pecora", non tinta, che emana un profumo davvero straordinario.

Inizio a lavorarla, mi pare verso la fine di ottobre: dovevo realizzare il fondo, diverso dai miei soliti, pero' e' anche vero che stavo lavorando lana e non fettuccia, quindi una certa diversità era d' obbligo.

Credo di essere arrivata poco prima dei manici almeno 4 volte e altrettante volte ho disfatto tutto.
Niente da fare, il fondo non voleva saperne di venire come volevo io.
Ho provato in tutti i modi (beh ovvio che oltre ad aver disfatto 4 volte la borsa completa, avrò disfatto almeno 10 il fondo, che era il problema principale!)

Ad un certo punto, e siamo ad aprile, non reggo più e chiedo aiuto:
due carissime amiche di Facebook, molto molto brave a lavorare all' uncinetto.
E finalmente…. Ci siamo!
I tentativi prima con Gabriella e le dritte di Ilaria poi fanno la differenza!

Nulla di trascendentale, solo una procedura per gli aumenti alla quale proprio non avevo pensato

Una volta risolto il problema del fondo, e' diventato tutto più facile:
via come un treno fino all' altezza desiderata, manici belli lunghi per portarla a spalla ed e' stata fatta!!!!
Mi mancava un piccolo decoro: non volevo esagerare, sapete che mi piacciono le cose semplici, e quindi mi sono cercata un tutorial per poter realizzare una bella rosa all' uncinetto.

Il risultato e' questo



Vi piace?
Oh a me si, tantissimo!!!
Talmente tanto che per la prima volta ho deciso di dare un nome ad una borsa e l'ho chiamata "MIA" perché e' proprio così, e' Mia e basta.
E non importa se ho fatto in primavera una borsa di lana, aspetterò il momento giusto per poterla sfoggiare…

Non posso non ringraziare le mie amiche Gabriella ed Ilaria: due donne
dalle mani e dal cuore d' oro.. Se non fosse stato grazie al loro aiuto, non sarei riuscita a realizzare questo piccolo sogno, tutto per me!

Un abbraccio a tutte

Franca

lunedì 3 marzo 2014

…ED E' ARRIVATO ANCHE MARZO...

Buonasera a tutte!
Eh gia', nemmeno il tempo di mettere via gli addobbi e siamo a marzo…
Gennaio e febbraio sono letteralmente volati via!
Non so voi, ma io sono stata (e sono tuttora) oberata di lavoro - parlo del mio lavoro "ufficiale" - non sono stata ( e non sono tuttora) in gran forma, e poi sentite…. questo tempo!!!!!!
Non se ne può più accidenti!

ieri ho messo il naso fuori casa durante un attimo di tregua dalla pioggia, ho un pezzettino di giardino (giardino??? ma dai Franca, e' terra con un po' di erba di campo sopra!) e ci ho camminato sopra per raccogliere alcune foglie… oohhhh mi sembrava di camminare sulla battigia, avete presente????

Era così inzuppato ma così inzuppato…
E vabbe' che volete, speriamo che questo sole tanto desiderato si decida ad uscire..

Comunque sia, non ho cose nuove da postare, dal punto di vista creativo non ho fatto molto, anche a causa di certi dolorini…
Pero'…. pero' a fine febbraio c'è stata la Fiera, a Vicenza!!!!
ABILMENTE !!!!!

Eh io non me la posso perdere proprio e quindi mi sono organizzata a dovere: non potendo chiedere un giorno di ferie, mi sono passata il sabato e la domenica a zonzo tra i due Padiglioni!
Ad essere sincera, non sono andata per necessita', non avevo bisogno di nulla, anche se poi, voi mi capite, con qualcosa sono tornata a casa!

Quest' anno sono andata per le persone, non per le cose:
su Facebook faccio parte, tra gli altri, di due gruppi crochet e, per uno, avevo  buttato li un appuntamento ad una certa ora, in un certo luogo.
L' altro gruppo aveva addirittura uno stand, quindi mi bastava raggiungerlo.

Per un saluto, un abbraccio, un sorriso…  Donne amiche di vita o di web, donne meravigliose magari  mai viste prima e che mi hanno accolta, ricambiate, come se ci fossimo lasciate un' ora prima!
Che meraviglia…..


Queste qui sopra sono le amiche che mi hanno raggiunta all' appuntamento del sabato mattina, del gruppo Facebook "Condivido con il cuore, crochet-cucito-riciclo creativo che potete trovare qui: da sx Monica, Edi, Dina, Michela; Anna, Carla, Martina, Sara ed io


Queste invece le amiche del gruppo Facebook "Social Crochet", che trovate qui
in una delle tante foto fatte, visto che lo stand e' stato allestito per 4 giorni:
da sx Rossana, Simona, Roberta, Monica, Michela, Maria, Morena, AnnaMaria, Raffaella ed io.

Non e' tutto qui, naturalmente… ho avuto la gioia di incontrare Nicoletta, Laura, Delfina, Ileana, le sorelle Rovaris, Gloria, la Ni, Maria Concetta, Idra, MariaGrazia, Sabina, Luca.. e non ricordo più…
Quanti abbracci.. ma quegli abbracci che vengono dal cuore, che proprio te li senti addosso e ti accompagnano poi per giorni…
Che emozioni…che belle emozioni...

Dovete sapere anche che quest' anno lo spazio espositivo e' stato aumentato ed e' stato inaugurato un  nuovo padiglione, molto ampio, con gli stand disposti in modo molto più…. arioso, del quale son riuscita a fare una foto dall' alto:


Che dire?….. Abilmente e' sempre uno spettacolo, ma questa edizione… credo me la porterò nel cuore

Mi e' certamente mancato lo stand di due carissime amiche, storiche presenze della Fiera: non conosco precisamente i motivi della loro assenza, pero'… si mi sono mancate. Mi e' mancato il saluto, il bacio che ho sempre mandato di corsa giusto per far sapere loro che ero passata, senza disturbare..
Ma sono fortunata: hanno il negozio poco lontano da casa mia, e quindi presto andrò a trovarle.

Un abbraccio a tutte voi che mi seguite, lo so che siete in tante, ho imparato ad andare a sbirciare in quante siete a passare da me ed ogni volta resto sorpresa!

Non credo di meritarmelo…

Franca 

mercoledì 1 gennaio 2014

…E NATURALMENTE… BUON ANNO A TUTTE!!!!

buongiorno e buon anno a tutte!

Vorrei iniziare il mio 2014 in bellezza, raccontandovi come e' finito, da un punto di vista creativo, il mio 2013…

Sono stata contattata da Nicole, nel mese di novembre: aveva visto una mia borsa, un bauletto, e mi ha chiesto se ero disponibile a realizzarne una per lei, secondo le sue indicazioni .
Ma certo che si…

Personalmente, pur sapendo di rischiare (sara' come voleva lei? le piacerà? Avro' capito bene cosa desidera?) mi sento molto più motivata se mi si richiede un lavoro su misura.
Quindi Nicole sceglie il colore della borsa, la tipologia ed il colore dei manici, e mi indica che tipo di decorazione vorrebbe…

Il risultato e' questo: un bauletto color bianco latte, manici in plexi trasparenti, un fiocco e particolari in argentone



Mando a Nicole le foto che vedete e…. 
Non e' convinta, c'è qualcosa che non le torna, non e' soddisfatta del lavoro.

Vado nel panico.
Mai successo prima.
Non capisco.

Rispondo istintivamente (non ho mai imparato a contare fino a 10….) e fraintendo, un po' preoccupata che non volesse più la borsa: mi dispiaceva, ci avevo lavorato tanto, ma allo stesso tempo non volevo che avesse una cosa che non le piaceva, che poi magari non avrebbe usato…
Ci scambiamo qualche mail, lei da persona responsabile mi dice che la prende ugualmente: solo due fiocchi al posto della decorazione e potevo spedire.

Io ero indecisa, anzi super indecisa… l' istinto mi diceva di non mandarle nulla, pazienza, poteva capitare.. E poi non volevo rovinare comunque un bel rapporto che si era creato nel tempo ( Nicole aveva già preso altre cose da me, dandomi sempre molta soddisfazione).
preferivo tenermi la borsa, preferivo che Nicole continuasse ad avere un buon ricordo ed  una buona impressione di me...

Ecco, questo ultimo pensiero, credo, ha fatto la differenza.
Ed era un pensiero dettato dal cuore, credetemi..

Nicole mi risponde cosi': 

Grazie Franca,
sei una una persona molto corretta,hai saputo dare importanza al nostro rapporto anche se non ci conosciamo
personalmente ti ho sempre considerato una bella persona,ora lo sei ancora di più


Quando ho letto queste due righe mi e' spuntata una lacrima…
si era tutto risolto nel migliore dei modi, e non vi racconto questa storia per farmi bella ai vostri occhi.. 
Questa storia ha avuto un lieto fine perché, credo, io e Nicole ci siamo
confrontate, rispettate, abbiamo fortemente voluto che le cose finissero bene, parlandoci con molta sincerità, onesta', educazione e rispetto.

E finalmente, dopo 10 interminabili giorni di viaggio, 2 gg fa la borsa e' arrivata a destinazione e non vi so spiegare la gioia che ho provato nel leggere che.. 
Le piaceva!!! 
L' ha definita "un gioiellino"!!!!!!!

Che altro dire? 
Dico grazie a Nicole, che mi ha reso ancor più consapevole che esistono molte persone per bene, saranno poche, ma CI SONO!
Ed io ho avuto la fortuna di incontrarne molte, virtualmente ma anche no…

Auguri a tutte, auguri affinché in questo nuovo anno si realizzi un sogno, un desiderio, una aspettativa… qualsiasi essa sia.

Un abbraccio

Franca







lunedì 2 dicembre 2013

…MA QUANTO TEMPO E' PASSATO??????…...

Buonasera care amiche…
Ci siamo  lasciate - anzi no, correggo, che e' meglio! - dicevo vi ho lasciate che mi sembra l' altro giorno, e invece… e invece era il 1° settembre!

Ma robe da matti! Ma sono io che ho qualche cosa che non funziona?
Sono solo io che non trovo il tempo necessario per scegliere qualche foto, per imbastire un post, per raccontarvi qualcosa di me?

Vi prego ditemi che non sono SOLO io!!!!

Beh.. fatto sta che dalla fine di agosto a momenti siamo a Natale!
Inutile girarci intorno, e poi sarete stanche di sentirmelo dire..

Quindi, volendo riepilogare (ce la metterò tutta per essere sintetica, giuro!) cosa e' successo e cosa ho fatto in questo periodo, direi di iniziare da ciò' che aspettiamo tutte : le fiere della creatività!!!

Io da quando ho iniziato ad andarle a visitare (mica l'ho sempre fatto, che credete??) vado solo a Creattiva di Bergamo e naturalmente ad Abilmente di Vicenza

Quest'anno, anche per il fatto che dalla primavera non ho più partecipato a
mercatini, sono andata in visita "a cuor leggero" anche se poi, come tutte sapete, lo stesso non vale per il portafoglio.. Ma sono stata brava, tutto sommato
Questo il bottino di Bergamo…


 e questo quello di Vicenza...


A differenza degli altri anni, ho accantonato un po' la fettuccia, ne ho talmente tanta in casa…. e mi sono avvicinata alla lana, ne sto scoprendo poco per volta
le tante qualita', la leggerezza del lavoro, l' immensita' delle cose che si possono fare.. Insomma, un mondo nuovo che mi sta affascinando..

A Bergamo sono andata, come ormai d' abitudine, con una mia carissima amica, Nicoletta. Una meravigliosa persona, conosciuta per caso su Facebook e conosciuta poi realmente: e' di Vicenza pure lei.

Ad Abilmente invece… ah quanto mi sono divertita!!!!! Quest' anno, oltre alla
cena/pizza del venerdì sera (anche questa quasi una abitudine) con amiche vicentine e non, ho fatto una full immersion di 2 gg in fiera, in compagnia di 3 amiche di Facebook (e quindi poi conosciute davvero) che arrivavano dal Sud: Sicilia!!!! Vi rendete conto?? dalla Sicilia!!
E non e' finita qui… sempre attraverso quel malefico ma amato mezzo che e' Facebook, e' stato organizzato un incontro tra amiche:
eccoci qui!


Che bella esperienza! Quanto ci siamo divertite… quante risate, quanti abbracci, quanto stupore!!! Che bello stringere forte una persona che conosci solo attraverso lo schermo di un pc, che bello sentire la sua voce, che bello capire che e' la bella persona che ti aspettavi…

Dopo le fiere, sono stata occupata con i preparativi per la partenza di mia figlia Giorgia per l' Inghilterra.. e' partita il 21 settembre e frequenta il terzo anno di università in un college del Galles, vicino al mare..
Se un giorno qualcuno mi avesse chiesto: "descrivi tua figlia con una foto", non avrei saputo come fare.. Ma un amico del posto le ha fatto questa, e davvero credetemi, questa e' proprio Giorgia…
La natura, le braccia aperte verso il mondo, la libertà', il cielo ed il mare…
E' proprio lei…. 


(lacrima che scende….)

Detto questo, vi aggiorno sui miei lavoretti, che a voi sembreranno tanti, ma credetemi, tempo ne ho poco e quello che vedrete lo dovete "spalmare" in 3 mesi, a parte questo, che vi avevo già anticipato.. L'ho ricamato durante le ferie, dovevo solo farlo incorniciare: il regalo per i 50 anni della mia migliore amica


Alcune delle cose acquistate alle fiere erano comunque già destinate a dei
lavori che mi erano stati commissionati..
Alessandra ha chiesto questo bauletto: ha scelto colori, tipologia della fettuccia, la decorazione..


Non solo: insieme alla borsa Alessandra ha voluto uno scaldacollo, una collana in feltro e due spilloni-gomitolini ( ve li ricordate?) 

Mentre finivo la borsa, sono stata contattata dalla titolare di un ristorante (ho scoperto poi molto famoso..) che ha visto alcuni dei miei cesti.
Beh… me ne ha commissionati 12dico12!!!!!
Non sono propriamente cesti, veramente l' idea iniziale era di un portabottiglie, che poi Katia (la titolare) ha rielaborato riempiendoli con i prodotti artigianali che usa e vende nel suo locale..
Sono riuscita a fotografare solo questi 3, chiedo perdono…
Gli altri erano quasi tutti uguali, solo con la fettuccia di colori diversi.


Katia mi ha poi parlato di un grande cesto che potesse contenere, ad esempio, un pandoro o un panettone di sua produzione e quindi… voila'!


A questo punto potevo finalmente dedicare un po' di tempo a me stessa..
perche' alla fine, non so voi, ma io per me non faccio mai nulla!!!!
Avevo in mente uno scaldacollo da un po' di tempo, avevo trovato una lana meravigliosa e mi ci sono buttata: sempre all' uncinetto, io e i ferri non andiamo molto d' accordo…
E' morbidissimo, caldissimo, soffice, pesa poco più di 100 grammi….
Vi piace?


Se guardate la foto degli acquisti di Vicenza, vedrete che questa lana l'ho presa in tue diverse sfumature: l'altra sta ancora aspettando di essere presa in mano..
Si perche' nel frattempo e' arrivata di super corsa una mamma, Ilaria, che a meta' novembre mi ha scritto per richiedere una delle mie ghirlande di cuori imbottiti: ma certo!
Problema: il bimbo (Mattia) dovrebbe nascere questa settimana!!!
Quindi per dieci gg, dopo il lavoro, sono stata qui in cucina (naturalmente trascuro di raccontarvi la scelta delle stoffe attraverso foto e mail) a cucire, imbottire, incollare…
Alla fine pero' ce l'ho fatta, abbiamo deciso insieme di non fare il ricamo del nome come di consueto perché  Mattia poteva arrivare da un momento all' altro e questo e' il risultato:
la mia prima ghirlanda di cuori per un maschietto!!!! YEAAAAHHHHHH


ed e' pure arrivata in tempo!!! Son qui che aspetto un sms per sapere….

Care amiche, fin qui la storia… Scrivo sempre post molto lunghi, me ne rendo conto, ma devo approfittare del momento: se aspetto di fare un post per ogni argomento va a finire che non scrivo più … 
Non credo riusciro' a fare dei lavoretti per Natale, ho ancora qualcosa da finire e da spedire..
Ma prima di Natale passero' a lasciare un saluto a tutte, a tutte voi che mi seguite, silenziose e non… Io non guardo mai i numeri, ma devo dire che la maggior parte delle richieste che mi vengono fatte, nonostante la mia assenza, arrivano proprio da qui.
Stasera, a differenza del solito, aprendo il blog sono finita su dei grafici, delle cifre.. E non ho potuto non notare che… 185mila visualizzazioni!
Ma..ma.. ma sono TANTISSIMEEEEEE!!!!
Vi lascio con un grande abbraccio, e con un immenso grazie, grazie di cuore e dal cuore..
E se siete arrivate fin qui, vi mando pure un bacio!

Franca

domenica 1 settembre 2013

...ED E' ARRIVATO DI NUOVO SETTEMBRE....

buongiorno a tutte
gia'.. proprio cosi'. Siamo all' inizio dell'anno (ma chi lo ha detto che l' anno inizia il 1° gennaio???? per me da.. non ricordo piu' quando, inizia assolutamente il 1° settembre.
Si riprende tutto in mano, comincia tutto daccapo... 
Dopo le ferie (con vacanza o meno), il lavoro
Dopo le vacanze (con vacanza o meno, questa e' bella!), lo studio
Dopo le ferie altrui e la calma lavorativa di giugno e luglio (parlo per me, ovviamente) ripartono gli ordini, per fortuna!

Insomma l' anno inizia il Primo Settembre, oh!

Come avete trascorso questi mesi? Avete potuto fare un viaggio, visitare qualche posto, insomma muovervi?
Per quanto mi riguarda io durante le ferie non mi sono mossa da casa, volutamente e tutto sommato non stata poi neanche tanto male...

Sono riuscita a fare un paio di lavori ( uno di casa, l' altro di passione), che non avrei mai potuto fare senza avere diversi giorni liberi tutti di seguito.

Il primo, come consuetudine, riguarda la terrazza che ho proprio fuori dalla cucina: il tempo ma soprattutto lo smog riducono ad una cosa inguardabile un bel pavimento di piastrelloni che all' inizio erano quasi rosa.. Dopo 15 anni, con il lavaggio a fondo con l' idropulitrice , non sono piu' rosa ma insomma almeno quello strato di nero/grigio e' venuto via.
Non mi lamento.

L' altro lavoro che ho fatto e' questo che vi mostro: non l'ho ancora lavato, stirato e nemmeno incorniciato, ma l' importante era riuscire a ricamare!
Mi son dovuta attrezzare di un occhialino piu' forte rispetto a qulli che uso di solito, ma il lino richiedeva... e io ormai per certi lavori sto proprio cecata!!!!


Questo e' il regalo che faro', una volta appunto incorniciato, alla mia amica di sempre... Le avevo promesso che per i suoi 50 anni le avrei fatto qualcosa di speciale, e spero di esserci riuscita.. Il problema e' che i 50 li ha fatti lo scorso anno!!! ha ha hah ma vabbe' noi ci vogliamo bene lo stesso...

Nel frattempo, per i suoi 51, sono riuscita a realizzare una ghirlanda fuoriporta un po' diversa dalle solite che faccio, con la particolarita' che ho usato i colori che dominano nella sua casa: il rosa antico, il grigio ed il bianco.
Eccola qui


In questo periodo, diciamo da maggio in poi, ho preso la decisione ( ci ho molto pensato, credetemi...) di non fare piu' mercatini: lavorando tutta la settimana mi sono ritrovata troppo spesso seduta in cucina a mezzanotte per finire una borsa o una bracciale o una cosa nuova da proporre.. Non ho piu' l' eta', e' faticoso, sono sempre sola e quindi anche tutto il lavoro di contorno che un mercatino porta, ricade su di me..

E quindi stop.. per quello che mi e' rimasto in casa sto cercando di organizzarmi facendo delle "svendite" (mi fa male solo a digitarla, questa parola...), mi sto attrezzando per creare un mio negozio on line su una piattaforma fatta apposta per le creative che vogliono proporre i loro lavori..
Se volete, potete vedere le borse su Facebook qui
oppure su ALM (ALittleMarket) qui
sia chiaro che non fare piu' mercatini non significa che io abbandoni le mie passioni... anzi! Dovrei avere piu' tempo per fare cio' che piace a me, non credete??

E quindi vi mostro alcuni lavori che sono riuscita a fare in questo periodo..
Un portacellulare-gufetto per una amica che colleziona gufi


un tris di collane all' uncinetto grazie al gruppo Facebook Social Crochet
del quale vi avevo gia' parlato.. ma credo molto tempo fa..


Una serie di braccialetti realizzati, grazie ad un video di YouTube, con la tecnica della spighetta rumena.. qui vi metto solo il marrone cioccolato, ma l' ho fatto anche in altre 2 tonalita' di marrone, poi grigio perla e rosso... ehm...


Un bel cestone di lana ecru' per metterci.. quello che si vuole, io l'ho pensato come cesto portalavoro ma insomma la fantasia non manca a nessuno...


questa sciarpona credo di averla fatta in febbraio... sempre grazie ad un video, e credo che, a parte un paio di maglioni che ho realizzato quando ero adolescente (ma si puo'????), e' la prima cosa che ho fatto e pure indossato!
Facilissima!!!!!! Calda e morbida...


e termino con questo lavoretto che mi fa compagnia alla sera, quando sono sola... ci avevo provato con il cotone, stavolta ho optato per la lana...
le ho nel tavolo del salotto, le accendo sempre quando inizia a fare buio, con delle candeline profumate...


Ci siete arrivate fino in fondo? Che brave! Purtroppo quando si vuole concentrare in un post tutto quello che si vorrebbe .... I post vengono chilometrici!
Un abbraccio a tutte, buon inizio d' anno a tutte, e spero davvero di essere un po' piu' presente in futuro : molte persone mi hanno "bacchettata" perche' trascuro troppo il mio blog.... acc....

Vi lascio con una immagine che io adoro: quello che si vede passando davanti
alla mia casa, guardando la finestra del salotto.
Che io abbia la passione per le candele e' risaputo...


Franca

Ps. il fatto che io non partecipi piu' a mercatini non significa che non sia disponibile a realizzare qualche progetto, quindi se qualcuno e' interessato, chieda pure!
grazie....